Integratori per dimagrire: benefici e caratteristiche

Indice dei contenuti
integratori per dimagrire

Ci si sottopone alle diete dimagranti per riuscire a tonificare il corpo e per drenare i liquidi in eccesso. Questi sono gli obiettivi principali che non sono però, sempre semplici da raggiungere. Per semplificare il compito della dieta dimagrante, si utilizzano gli integratori dimagranti.

Delle sostante in grado di velocizzare il metabolismo e accelerare il processo di dimagrimento. Gli integratori per perdere peso non si sostituiscono alla sana alimentazione e alla costante attività fisica. Essi vanno a semplificare un percorso, andando ad agire su ciò che lo rende difficile e in particolar modo le fame nervosa e il metabolismo lento.

Gli integratori alimentari per dimagrire sono dei prodotti alimentari la cui formulazione è in grado di agire sul metabolismo. In particolare la composizione che viene scelta è in grado di influenzare i processi fisiologici.

Tra quest’ultimi quelli che influiscono sulla perdita o sull’aumento di peso sono quelli finalizzati all’assorbimento e alla degradazione dei grassi e dei carboidrati. I prodotti dimagranti vanno ad agire dall’interno equilibrando il sistema omeopatico di base e andando ad interverrà sulle tappe metaboliche specifiche.

Cosa sono gli integratori dimagranti

In particolare si tratta di prodotti che agiscono si 2 categorie di sostanze i carboidrati e i grassi. Gli integratori vanno ad intervenire sia su quelli che si assumono tramite dieta sia quelli immagazzinati dalle cellule anche sotto forma di riserva di energia. La maggior parte delle composizioni che vengono immesse sul mercato sono completamente naturali.

Questo permette agli integratori per dimagrire velocemente di essere causa del minor numero di effetti collaterali. Numerosi i controlli a cui vengono sottoposti i prodotti prima della loro immissione sul mercato. Controvi finalizzati all’ottenimento di certificazioni, prova del beneficio che la composizione porta al corpo, soprattutto nell’ambito dello smaltimento dei grassi.

Prodotti efficaci, ma il quale utilizzo esclusivo non è certo efficace per un rimodellamento considerevole del corpo. Occorre dunque abbinare un ottimo stile di vita: dieta sana e variegata, attività fisica, evitare consumo di alcool e tabacco.

Ci sono 2 le tipologie di integratori alimentari per il dimagrimento: ad azione esogena o endogena. Per quello che riguarda gli elementi che intervengono sulle sostanze di natura esogena e quindi estranee al corpo si trovano è possibile citare alcuni prodotti a base di spirulina.

Funzionamento

Le sostanze esogene sono quelle che vengono immagazzinate tramite l’alimentazione, esse sono in grado di migliorare i processi catabolici dei carboidrati e promuovendo la degradazione dei grassi. L’azione di prodotti specifici sono in grado di influenzare i processi metabolici come la glicolisi, la quale comprende tutte le fasi necessarie per convertire gli zuccheri in energia.

Integratori per dimagrire

Inoltre evitando l’accumulo dei lipidi nel tessuto adiposo. Altra efficace azione avviene grazie alla capacità di favorire l’assorbimento e la peristalsi intestinale. Inoltre si agisce sull’ottimale funzionalità gstro-enterico per un ottimale apporto di vitamine e sostanze fondamentali.

Gli integratori che agiscono in maniera endogeno vanno ad agire sullo smaltimento delle riserve fisiologiche. In particolare mobilitano i grassi favorendone la degradazione. Favoriscono poi lo stato di chetosi metabolica, spinge il corpo a sfruttare gli zuccheri come fonte di energia. Un processo che deve comunque avvenire con il massimo equilibrio per evitare il processo di acidosi del sangue.

Cosa sapere per l’utilizzo

Gli integratori per dimagrire in genere vengono immessi sul mercato sotto forma o di compresse vegetali o di polveri. In entrambe i casi la posologia varia da prodotto a prodotto, per questo motivo è indispensabile controllare le indicazioni fornite sulla confezione.

In linea di massima si tratta di prodotti che possono essere assunti o prima o dopo i pasti principali, per un massimo di 2 o 3 volte al giorno. Indicazioni, queste, che sono valide, sia per i prodotti che agiscono sulle sostanze esogene che endogene. Ci sono poi gli integratori chetogenici che sono finalizzati alla mobilizzazione dei grassi tissulari o intracellulari.

In tal caso è importante evitare di sovraccaricare il metabolismo. Per questo motivo si consiglia l’assunzione di una o al massimo 2 compresse al giorno. Nell’utilizzo di prodotti di questo genere, pur avendo una composizione naturale e quasi del tutto priva di controindicazioni, occorre procedere con cautela.

Questo è importante in quanto si tratta di composti che vanno ad agire su processe metabolici che sono comunque sottoposti ad una regolazione fisiologica perfetta. Occorre intervenire su tali processi in maniera sicura e non eccessivamente aggressiva.

Offrire al metabolismo un nuovo equilibrio che sia comunque salutare. In alcuni casi si rende indispensabile il consulto di un medico, soprattutto nel caso in cui sia presente una gravidanza, si sia nel periodo dell’allattamento o ci si stia sottoponendo a una qualunque terapia farmacologica.

I principali integratori per la perdita del peso

A prescindere dalla classificazione tra integratori che agiscono su sostanze esogene ed endogene, le composizioni che favoriscono la perdita del peso possono essere classificate in base agli elementi in esse contenute e alla funzione svolta.

Facilitare la digestione delle proteine: La bromelina è un enzima che viene ricavato dal gambo dell’ananas. La papaina invece dal succo della papaya. La prima è in grado di agire sul corpo andando a sgonfiarlo, mentre la seconda ha funzione antinfiammatoria. L’azione congiunta favorisce la digestione delle proteine. Un consumo eccessivo di bromelina e papaina potrebbero essere causa di reazione allergica. Inoltre si tratta di una composizione che potrebbe creare interferenza con l’efficacia di alcuni farmaci.

  • Termogenici: Gli integratori termoionici permettono all’organismo di bruciare un numero maggiore di calorie. Al loro interno è possibile trovare: efedrina, pseudoefredina, sinefrina, garcinia cambogia, caffeina, capsaicina, teobromina, guaranà, tè verde, rancio amaro. Tutte sostanze che vengono inserite all’interno della composizione per aumentare la velocità del metabolismo e agevolare il consumo dei grassi che vengono depositati. L’azione è semplice, si va ad aumentare la produzione di calore con un conseguente dispendio energetico. Si va ad accelerare il metabolismo basale. Il consumo di questi prodotti potrebbe essere causa di un lieve aumento della pressione arteriosa. Se ne sconsiglia l’assunzione a chi soffre di ipertensione e di tachicardia.
  • Aumentare il senso di sazietà: I prodotti a base di alghe sono in grado di aumentare il senso di sazietà. Essi vanno a stimolare l’azione del metabolismo al fine di raggiungere quello che è il proprio peso forma. Se ne sconsiglia l’utilizzo a tutti coloro che soffrono di problemi cardiaci, in quanto potrebbero essere causa di tachicardie ed aritmie. Inoltre influendo sulla funzione tiroidea è possibile che se ne noti l’effetto sul sonno e sul riposo. La composizione di integratori di questo genere al suo interno presenta: gomma di guar, gomma karaya, agar agar, chitosano, psillio, carragenina, faseolamina, glucomannano, mucillagini
  • Diuretici: La cui composizione prevede, nella maggior parte dei casi: betulla, equiseto, tarassaco e virgaurea. Integratori che stimolano la diuresi e che non agiscono tanto sulla perdita di peso quanto sulla capacità do smaltire i liquidi in eccesso, reintegrando sali minerali.

Cambiare il proprio stile di vita

Il solo utilizzo di prodotti per la perdita del peso non può essere sufficiente, neanche se si scelgono le migliori composizioni offerte dal mercato. Occorre abbinare l’utilizzo delle compresse con un cambiamento nel proprio stile di vita.

La giusta alimentazione, attività fisica e anche la giusta integrazione. Oltre a un lavoro costante su se stessi. Un lavoro completo che deve portare al recupero del proprio peso forma. Quel peso ideale che espone il corpo a un rischio minore di essere soggetto a patologie anche piuttosto gravi. Dimagrire è quindi importante per riuscire a godere a lungo di buona salute.

Sana alimentazione: Non si parla di “dieta” in senso stretto, ma piuttosto di una corretta alimentazione che offra equilibrio tra i micronutrienti con l’utilizzo di cibi freschi. Per perdere peso è importante ridurre i prodotti industriali e preconfezionati. Preferire verdura, frutta e legumi. Per quello che riguarda la carne, preferire i tagli magli e la che bianca, ottimo il pesce azzurro con il suo apporto di Omega-3. Non devono mancare i carboidrati, meglio se derivanti da legumi e cereali integrali. Infine è importante evitare, per gli spuntini, l’ingestione in quantità eccessiva di calorie e di zuccheri. Meglio preferire della frutta o dello yogurt magro. Da non sottovalutare l’importanza degli spuntini che aiutano a non arrivare troppo affamati ai pasti principali.

Attività fisica: Altro elemento indispensabile per la perdita di peso è l’attività fisica costante. Ottimo per raggiungere il proprio peso forma è l’allenamento aerobico, a bassa intensità, in grado di far salire la soglia di frequenza cardiaca e far smaltire il grasso in eccesso. Una tipologia di allenamento aerobico è quello con i pesi, che mentre elimina la massa grassa rassoda quella magra.

Integrazione: Non ci si riferisce solo agli integratori per la perdita di peso, ma anche i multivitamini che possono essere assunti soprattutto nella fase centrale della dieta. Soprattutto l’integrazione è importante quando ci si sottopone a un forte sforzo fisico.

Lavorare su se stessi: Gli integratori per dimagrire sono efficaci nella misura in cui si riesce a controllare il proprio stress e la propria ansia. 2 problematiche che possono essere causa di disturbi alimentari e del bisogno di intervenire in maniera specifica sul proprio corpo. La stress e l’ansia non solo influiscono sull’efficacia dei prodotti dimagranti, ma anche del proprio allenamento.

Ecco qui sotto gli alimenti che contengono poche calorie.

AlimentoCalorie
Cetrioli16 calorie per 100 g
Asparagi20 calorie per 100 g
Cavolfiore25 calorie per 100 g
Sedano16 calorie per 100 g

Articoli Correlati

pelle morta
Cosmetica

Pelle morta: cause e rimedi

La pelle morta è una cosa che moltissimi individui riscontrano sul proprio corpo, specialmente in zone come ad esempio i piedi: ci sono moltissime cause